Home » Racconti Erotici » Belle Milf scopate al mare

Belle Milf scopate al mare

Sono Mirko di 31 anni e mi piace mettermi nudo quando sono in spiaggia; fortunatamente abito vicino al mare e li’ vi è’ un pezzetto di spiaggia dove si pratica naturismo.
Era il mese di maggio, quindi in spiaggia poca gente se non quando vedo due ombrelloni attaccati tra loro con tre coppie, 3 uomini e 3 donne, sposati tra di loro. Le donne sono tre belle milf, Veronica, Franca ed Elena; le prime due con forme abbondanti e con belle zinne carnose mentre Elena alta magra con tette piccole e’ la più aggraziata.
Mi metto con l’asciugamano e zainetto vicino a loro e mi spoglio di tutto rimanendo a pisello all’aria e toccandomelo facendo una bella impressione alle tre donne in topless. Ho un fisico tonico, asciutto e depilato e una faccia da fanciullo; le tre zoccole mi guardano e commentano con sorrisi gaudenti ed intanto i mariti sono nudi sul bagnasciuga discutendo di borsa, banche e mercati.
Con la scusa di andare al chioschetto li vicino chiedo a Veronica di guardarmi la roba scambiandoci uno sguardo di intesa. Mi metto il pantaloncino e vado. Al chiosco mi raggiunge Veronica al tavolino e poco dopo andiamo tra le dune… Senza troppe parole mi metto il preservativo e mi faccio una bella pecorina con quella zinnona!!!! Più glielo lo spingo in fica, più ondeggiano le tettone!
mogli puttane
trombata al mare
Era proprio affamata questa porcona!
Al momento della sborrata, Veronica mi prende il cazzone duro e bollente e mi pratica una spagnola con le zinne!!! Esplodo dalla goduria con un urlo e la schizzata gli bagna zinne,bocca e viso! Di ritorno, Franca ed Elena hanno capito che la loro amica si è’ fatta una bella scopata col ragazzetto vicino a loro e Veronica se ne vantava… I mariti intanto parlavano ancora di banche, titoli, ecc… Io chiamo al cellulare il mio amico Matteo che mi raggiunge subito per farsi una bella scopata con una delle milf li’ accanto e col solito discorso del guardare la roba io e il mio amico andiamo al chiosco.
Poco dopo arriva di nuovo Veronica con Franca e subito andiamo nelle dune!!!
Facciamo due belle pecorine con quelle tettone vogliose di cazzo e dato che io e Matteo siamo due pazzi le scopiamo senza profilattici e scambiandocele!!!!!!
Le urla si fanno sempre più alte, sotto al sole e con una temperatura caldissima!!! Al momento della sborrata le due porche si mettono sedute a cosce larghe e fregna all’aria toccando di le zinnone ed io e Matteo gli sborriamo sulle fiche umide dalla goduria!!!!
Tornate all’ombrellone, soddisfatte e sorridenti raccontano tutto ad Elena…
Passano circa tre ore e io e Matteo ci tocchiamo il cazzo per farlo diventare ancora duro e per far capire alle tre puttane che siamo pronti a trombare di nuovo, quindi ritorniamo al chiosco. Ed ecco che arriva Elena!!!!
Sembrava la più pudica delle tre ma era la più troia!!!
Sempre tra le dune la donna inizio’ a succhiarci gli uccelli contemporaneamente mentre gli palpavamo il seno… Poi io mi misi sdraiato sulla sabbia calda e lei su di me lo prese in fregna mentre Matteo glielo spingeva nel culo!!!!! Elena urlava dalla goduria mentre gli leccavo il collo e mentre prendeva due pistoni giovani duri e caldi!!!! I cazzi continuavano a penetrarla sempre più forte e la fregna e il culo sì allargavano sempre più!!! Poi si fece una bella bevuta di sborra in ginocchio mentre i nostri due uccelloni schizzavano a più non posso! Il mio sperma andò anche sul l’addome di Matteo e la sua sborra sul mio di addome e lei la lecco’ da entrambi, sugli addominali tesi!!!!!
Noi due tornammo agli asciugamani lasciati in spiaggia tutti sudati, insabbiati, con gli addomi bagnati di sborra e i cazzoni rossi scappellati e ciondolanti con un’espressione sognante mentre Veronica e Franca ci guardavano e ridevano. Poco dopo torno’ anche Elena e il marito gli chiese che fine avesse fatto e la donna rispose che stava al chiosco a parlare con una sua amica al telefonino seduta al tavolino. Poi l’uomo riprese a parlare di borsa titoli e mercati con gli altri due…..
Per fortuna che c’eravamo io e il mio amico Matteo altrimenti quelle tre baldracche avrebbero passato la giornata rompendosi i coglioni con mariti impotenti come quelli!!