Home » Blog Erotico » Vibratore: come usarlo al meglio

Vibratore: come usarlo al meglio

Una buona attività sessuale influisce sul benessere psicofisico della persona, sia che venga praticata con un partner sia da soli nella propria intimità. Praticare autoerotismo consente di conoscere meglio il proprio corpo e arrivare a capire cosa ci piace di più durante il sesso, ma anche di scaricare tutto lo stress accumulato durante la giornata per poter liberare tutte le energie negative. L’orgasmo è un vero toccasana per la nostra salute! La sostanza che viene rilasciata durante l’orgasmo, chiamata ossitocina, permette a tutto l’organismo di rilassarsi contribuendo a risolvere a problemi di insonnia e alleviare dolori cronici di entità modesta. A mani nude o con accessori, come vibratori, ci aiuterà a vivere meglio la nostra vita sessuale, anche se in Italia rimane ancora un tabù e poche donne dichiarano di utilizzare sex toys. Per utilizzare nel miglior modo possibile un vibratore è fondamentale conoscerne le caratteristiche e imparare a manovrarlo. Vediamo insieme quali sono i vantaggi di avere un vibratore e come usarlo per provare orgasmi soddisfacenti, senza alcun rischio. L’uso adeguato non è da sottovalutare, in quanto ogni anno si verificano incidenti a causa dell’uso scorretto di sex toys. Per questo motivo il modo migliore per non correre rischi è comprare un vibratore di qualità e adeguato alla conformazione del proprio fisico, in modo tale che le esperienze siano ricche di piacevoli sensazioni.

Come usare il vibratore in maniera corretta: guida al piacere

La funzione del vibratore è quella di permettere il raggiungimento di orgasmi in modi e tipi differenti, in base a vari fattori e alla nostra predisposizione. Il vibratore infatti è il miglior alleato quando si parla di masturbazione, ma dobbiamo sceglierne con cura le caratteristiche e verificare gli usi specifici al quale è destinato. Spesso si hanno delle opinioni contrastanti sull’uso di un oggetto di questo genere, per questo motivo è bene usarlo con serenità e una giusta dose di curiosità. Prima di utilizzare il vibratore, soprattutto se anale, è consigliato lubrificarsi con un prodotto specifico a base d’acqua, in modo tale da non rischiare incidenti durante la penetrazione, che deve essere sempre effettuata in maniera delicata e con cautela. La prima regola da seguire è quella di rilassarsi e concentrasi sul momento di piacere, un momento intimo e soddisfacente per il nostro organismo e il nostro benessere generale. Quando si usa per le prime volte è consigliato partire con una potenza bassa per poi aumentare in maniera graduale, nel momento in cui il piacere diventa più elevato. Quasi tutti i vibratori moderni e tecnologici presenti sul mercato dispongono di comandi che consentono di cambiare e modificare l’intensità e la modalità della vibrazione. Un vibratore potente dà la possibilità di raggiungere un orgasmo in maniera rapida, dieci volte più veloce che durante un rapporto sessuale e può essere un vantaggio nel momento in cui abbiamo bisogno di scaricare l’energia sessuale accumulata. Oppure con un programma meno potente si potrà ottenere un orgasmo lento, che fa raggiungere l’apice del piacere. Per una esperienza sensoriale senza eguali vi consigliamo di inserire il vibratore in maniera delicata, azionarlo con vibrazioni basse per poi far salire l’intensità tramite la gestione dei comandi, in modo tale che l’eccitazione coinvolga tutto il corpo. Giocare con l’intensità della vibrazione renderà il tutto più piacevole e divertente allo stesso tempo.
In ogni caso non si deve pensare al vibratore solo nel momento della masturbazione, può essere un oggetto molto utile anche durante il sesso con il proprio partner. Il vibratore può essere utilizzato per vivacizzare la relazione sessuale e giocare con la fantasia per provare nuove sensazioni anche nei preliminari. Un interessante vibratore per coppie è quello con il telecomando a distanza, che nelle versioni più moderne funziona tramite un’applicazione. Questo tipo di vibratore consente al proprio partner di telecomandare a distanza il sex toys che l’altro avrà inserito o dentro le mutante. Un gioco curioso, soprattutto se viene azionato nei momenti più inopportuni, anche per rivitalizzare il rapporto quando si cade nella routine.

La pulizia e l’igiene del proprio vibratore sono molto importanti: se il sex toys è impermeabile è possibile lavarlo in acqua tiepida con un semplice sapone antibatterico e con il sapone intimo. Mentre se il vibratore non può essere lavato, la soluzione è eseguire la pulizia attraverso delle salviettine umide antibatteriche senza alcool, che può essere dannoso per i materiali plastici. Il vibratore , una volta lavato, va riposto in luogo pulito e asciutto, nello specifico sarebbe meglio in una scatola in materiale plastico. Un consiglio è quello di togliere le batterie, poichè possono deteriorarsi,a meno che la ricarica non sia tramite usb, come avviene nei modelli moderni tecnologici.

Leggi anche –> Come leccare la figa a una donna per farla venire

Quale vibratore è meglio comprare?

Il mondo dei vibratori è molto vasto, abbiamo a disposizione un’ampia gamma di colori, forme, dimensioni e tipologie di utilizzo. Esistono vari tipi di sex toys che sono studiati per garantire esperienze sensoriali differenti; il classico vibratore è il rabbit che offre una doppia stimolazione clitoridea e vaginale, ma esistono ovetti e vibratori specifici anche per il punto G o più particolari come quelli rotanti, musicali o telecomandati a distanza. Per una esperienza più realistica ci sono quelli in formato dimensioni simili al pene, con una forma molto simile. Il primo passo per poter scegliere un sex toys di questo tipo è stare attenti al materiale con il quale è stato realizzato, alcuni materiali infatti possono essere tossici e pericolosi, come gli ftalati e tossine. Questi sono composti chimici, che includono petrolio, possono causare problemi di infertilità, allergie e disfunzioni tiroidee. Un buon vibratore è prodotto in silicone di grado medico, un materiale sicuro per l’organismo che non presenta componenti tossiche e nocive. I vibratori dovranno avere un marchio CE che ne garantisce la qualità, per questo motivo è meglio evitare acquisti troppo economici. Se è la prima volta che si acquista un vibratore è adeguato sceglierlo in base alla propria fisionomia, scegliendo delle dimensioni contenute e una forma sicura. Anche la potenza è importante, ma se troppo alta è possibile che causi dolore e fastidi, producendo un effetto contrario a quello tanto desiderato. Queste sono le indicazioni per un acquisto ottimale, ora potrete scegliere il modello e il tipo che si adatta di più alle vostre esigenze e alle vostre voglie!